Un fabbricato residenziale di modesta fattura si è convertito ad uso direzionale, annettendovi un capannone uso deposito. Lasciando pressoché invariato l'interno si intervenuti radicalmente all'esterno cercando di ottenere il massimo risultato a livello di immagine con pochi mezzi a disposizione e ricercando materiali che richiedessero manutenzioni minime. Si è perciò preferito un rivestimento di doghe di alluminio anodizzato naturale (e finitura testa di moro per i serramenti). Si è poi curato con particolare attenzione l'arredo esterno e la recinzione: due volumi in vetro mattone in aggetto e ruotati rispetto alla facciata incorniciano il portale d'ingresso che si raggiunge attraversando un camminamento di legno di Iroko sospeso su di una grande vasca d'acqua.

copyright © 2010 Architetto Gianni Rigo studio di architettura - P.IVA 00830650263