Casa Palluan in Ramo del Gato a Noale, Venezia - 1991
L'edificio pre-esistente pur essendo nel centro storico di Noale, non aveva caratteristiche storiche-architettoniche di pregio né risultava censito nel catasto Napoleonico, tuttavia premeva il recupero del patrimonio edilizio e la riorganizzazione morfologica degli isolati. La contrada del Gato era una delle contrade originarie di Noale, a maggior ragione l'intervento si propone il rispetto dell'importanza e della storicità del sito. L'edificio nelle sue parti è semplice, di fattura povera, e il porgetto ha per obiettivo la rivisitazione dei canoni dell'architettura minore rispettandoli nelle loro morfologie. Si procede così al consolidamento delle strutture, al restauro dove possibile, le murature sono state rintonacate e tinteggiate tipo coccio pesto, gli infissi e le porte sono in legno, la pavimentazione esterna è in sassi del Piave, il tetto è a due falde con struttura portante in travi di legno a vista. La semplicità del progetto acquista un carattere molto forte con la realizzazione di un caminetto in mattoni faccia a vista che continua con una canna fumaria circolare resa solidale alla facciata da un traliccio e quattro finestre quadrate di lato. All'ingresso invece è collocata una fontana-scultura in marmo, l'acqua scende dalla sommità, segue le modanature in marmo fino ad attraversare, costretta in piccoli rigagnoli, la zona dell'ingresso per poi confluire in una grande vasca che lambisce tutto il resto delle facciate fronte giardino.

copyright © 2010 Architetto Gianni Rigo studio di architettura - P.IVA 00830650263